Valutazione in loco

La richiesta di VALUTAZIONE IN LOCO in genere si accompagna ad una patologia incipiente, quando la crisi economico/finanziaria del cliente non è conclamata, ma occorre decidere quali azioni occorra intraprendere.

La valutazione in loco, oltre a fornire una proxy aggiornata e non puramente cartolare del valore atteso dell’eventuale ricolloco del bene, è in grado di dare utilissime risposte ad una serie di domande:

Il bene è ancora presso il cliente?
È esattamente il bene contrattualmente descritto?
È funzionante?
Quale è l’utilità dell’inserimento del bene nella vita aziendale?

 

Il tutto funziona quale importante supporto decisionale, per stabilire, se sia preferibile dare ulteriore fiducia al cliente, al fine di privilegiare una composizione bonaria, o agire senza ulteriori indugi con azioni monitorie indirizzate al credito (decreto ingiuntivo di pagamento) o al bene (decreto ingiuntivo di restituzione).