Valutazione in fase erogativa

 La VALUTAZIONE IN FASE EROGATIVA appare indicata soprattutto per il targato industriale, strutturato o complesso, con allestimenti particolari, e così via, oltrechè per i beni usati.

La valutazione preliminare tende a fornire due informazioni importanti:
un giudizio professionale sulla congruità del prezzo
una stima prospettica del recovery rate, cioè la % del credito alla risoluzione del contratto, attesa dalla vendita/rilocazione del bene

Questa previsione è legata ad una serie di elementi (tipologia del bene, obsolescenza, ricollocabilità, costi di recupero, ecc) grazie ai quali è possibile costruire una “curva tecnica” da sovrapporre alla “curva finanziaria” mutuata dal piano di ammortamento finanziario del contratto, in modo da valutare ampiezza e durata dell’area di rischio, nel corso delle durata del contratto ed eventualmente modificare la struttura del contratto (anticipo, durata, opzione finale) per ridurla, se non per eliminarla del tutto.

GIUDIZIO PROFESSIONALE SULLA
CONGRUITÀ DEL PREZZO

STIMA PROSPETTICA DEL RECOVERY RATE
(percentuale del credito alla risoluzione attesa dalla vendita/rilocazione del bene)